Mano per mano con l'ostetrica

Allattamento al seno: diamo voce alle mamme!

Da ostetrica desideravo parlare di allattamento al seno, di quanto sia fondamentale e nutritivo, ma stavolta ho scelto di non dire una parola e lasciare che la voce di una madre arrivi dritta al cuore delle altre madri…

Buona lettura!

“Mi chiamo Veronica, ho 31 anni e sono mamma di Greta da circa 3 mesi.

Allatto esclusivamente al seno grazie a Dio!!! Si, ho questo meraviglioso dono della natura.

Come la leggenda narra, ho il latte, e ne ho pure tanto…

Da quest’ultima frase prenderei spunto per parlare appunto di questo misterioso dono di Dio o della natura che ci ritroviamo a gestire.

Mamme, noi tutte abbiamo il latte, non è strano averlo e non è una fortuna ma è la natura che fa il suo corso e noi tutte siamo in grado di farglielo fare, basta dargli modo e tempo. Basta avere fiducia nell’allattamento al seno.

Tutte le donne possono allattare al seno (prima con il colostro e poi con il latte) sia chi fa il cesareo sia chi fa il parto naturale. Tutte le mamme del mondo hanno il latte, a meno che non ci sia una patologia grave, il latte c’è e ci sarà, finché biberon non vi separi. Amen.

Come si fa? Attaccate i cuccioli alle ciucce e fateli ciucciare!

All’inizio non è semplice per tutte, soprattutto se i vostri cuccioli sono mantenuti al nido e viene data loro la famosa aggiunta di latte artificiale col biberon. Tutti i bimbi, chi prima chi dopo, sono in grado di ciucciare dal seno, è solo questione di crederci, dedicarsi e ascoltare gli istinti.

Un po’ per la società, un po’ per il raziocinio, un po’ per interferenze esterne, abbiamo smesso di ascoltarci…ma tutte noi siamo in grado di farlo!

La produzione del latte materno dipende dalla stimolazione del seno stesso. Gli ormoni protagonisti sono la prolattina, che fa produrre il latte, e l’ossitocina, che fa contrarre i muscoli e fa uscire il latte. Ogni volta che il piccolo ciuccia e svuota il seno, al cervello arriva il segnale per far si che il seno si riempia di nuovo!

Il primo mese. Avete appena messo al mondo il vostro piccolino e affinchè il meccanismo si inneschi, è necessario tenere vostro figlio al seno ogni volta che lo richiede. Ci saranno dei veri e propri sequestri di persona, pomeriggi incastrate sul divano davanti alla tv, a volte dovrete andare al bagno con vostro figlio attaccato al seno. Niente paura! Sono solo 30 giorni circa, finiti questi, spesso, cambia tutto, le poppate si regolarizzano e vi mancherà essere sequestrate dal vostro cucciolo!

Ricordate che più tenete il pupo attaccato al seno, più latte si forma, più ciuccia, più il latte scende…anche quando vi sembrerà di non avere latte, sarete stanche, scariche e le vostre tette sembreranno vuote, non sarà così: il latte c’è sempre…in fondo il miglior tiralatte al mondo è vostro figlio!

Un giorno ero convinta di non avere più latte. Ero così stanca che corsi a comprare il latte artificiale. In realtà ne ho usato pochissimo e pochissime volte visto che io il latte lo avevo, dovevo solo fidarmi un po’ di più di mia figlia, di me, delle mie tette… dell’allattamento al seno.

Ad oggi allatto a richiesta e mi rendo conto che per alcune di noi non è semplicissimo, soprattutto se lavoriamo, ma per fortuna è possibile tirarsi il latte e conservarlo in frigo ed anche in freezer…non esiste nettare sulla terra più prezioso e importante per il bene e la salute di vostro figlio.

Dormire e allattare. Inizialmente, la notte, allattavo seduta su una poltrona e, finita la poppata, rimettevo Greta nella culletta. Tutto ciò comportava stare sveglia un’ora, un’ora mezza. Era pesante, brutto, mi creava ansia, fatica, tanto da avere il terrore delle poppate notturne che come sappiamo i primi mesi sono frequenti…. ma una notte ricordando le nozioni di Alessia, la mia Ostetrica di fiducia, comincio a fare una cosa con mia figlia: il famoso e tanto amato, ma temuto, co-sleeping.

Co-sleeping. Risolve tanto, se non tutto sul sonno notturno. Dormire con il proprio bimbo e allattare da sdraiata è un’ottima soluzione. Poi in più sono molto fortunata perché Greta la notte dorme abbastanza.

Tranquille, non prendono il vizio, i bimbi che dormono con le mamme dai primi mesi di vita, andranno molto più facilmente nel loro letto da soli, rispetto ai bimbi che sono stati costretti a dormire da soli fin da subito. Non lo dico io ma gli esperti!

Allattare è impegnativo, se non un lavoro vero e proprio, ma quando si innescherà tutto il meccanismo vi renderete conto che è una delle cose più belle che la natura ci ha donato! Abbiamo un vero e proprio antidolorifico naturale, infatti la pediatra di Greta dice che se ci fosse sul mercato un medicinale equivalente alla potenza del latte materno, tante cose sarebbero risolte.

Quindi mamme care, se decidete di allattare al seno, fatelo serenamente! Posso assicurarvi che non ve ne pentirete. Fidatevi dell’allattamento al seno e della mia Ostetrica.

L’OMS consiglia di proseguire con l’allattamento esclusivo al seno per almeno i primi sei mesi di vita del bambini per continuare fino ai due anni e oltre, finchè mamma e bambini non sono pronti e scelgono volontariamente di interrompere.

Un bacio da me e dalla mia cucciola Greta.”

Mamma Veronica

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *