rimediAMO naturalmente

Il ciclo mestruale e la corretta alimentazione

L’alimentazione, una corretta attività fisica così come il regolare funzionamento di tutto l’interno dell’organismo, anche su un piano psichico ed emozionale, sono i fattori che possono determinare la regolarità del ciclo mestruale, intesa come tempistica, durata e qualità del flusso.

Il ciclo mestruale, cuore della fisiologia femminile, si sviluppa lungo quattro settimane, ognuna caratterizzata da una qualità specifica:

  • la prima è detta del Sangue e corrisponde alle mestruazioni: il qi (l’energia) spinge fuori il sangue dall’utero perché non è avvenuto il concepimento. L’utero deve essere svuotato perché il ciclo possa ricominciare. Possiamo così svuotarci di emozioni indesiderate che non ci appartengono più;
  • la seconda è detta dello Yin: l’utero vuoto inizia a riempirsi di sostanze nutrienti, umidificanti, fertilizzanti per creare la base materiale adatta al concepimento. Si è molto ricettive e accoglienti, in termini fisici ed emotivi;
  • la terza fase del ciclo è detta dello Yang e corrisponde all’ovulazione: nell’utero iniziano ad aumentare temperatura e capacità di dinamismo e trasformazione per permettere lo sviluppo di una nuova vita se c’è stato il concepimento. Ci si sente molto creative e attive;
  • la quarta è detta del qi: se non è avvenuto il concepimento, il qi (l’energia) inizia a raccogliersi nella zona del basso addome per spingere fuori il sangue nella settimana successiva.

Quale alimentazione adottare per ciascuna fase del ciclo mestruale?

Ho bisogno di ricordare il mio pensiero da Naturopata e cioè che ognuno di noi è un essere unico con una propria costituzione e predisposizione genetica ma soprattutto una propria condizione energetica attuale legata alla fase di vita che sta vivendo.

Nella fase della mestruazione, del Sangue, è bene nutrirsi con cibi che possano favorire il rilassamento del corpo ma anche rinforzarlo dato che c’è perdita di sangue: verdure cotte stagionali, pesce, uova, cereali integrali, frutta matura o cotta (max 1 al giorno),  grassi come olio extravergine di oliva, ghee, semi oleosi come noci e mandorle, brodo di pollo (per rinforzare i reni che tendono a scaricarsi).

Nella fase successiva, dello Yin, il gonfiore di pancia si ridurrà per cui è possibile mangiare legumi biologici di cui consiglio un uso pari a 2-3 volte a settimana per 50gr (peso a secco) associato a un cereale e una verdura cotta. Oppure una proteina animale associata a una verdura cruda (piccole porzioni se sei ipo e tendi ad avere ritenzione idrica). Consentito anche formaggio di capra, kefir e saltuariamente yogurt se sei iper.

Nella terza fase, dello Yang,  bisogna dare al corpo la giusta energia affinchè il corpo riesca ad affrontare l’imminente perdita di sangue. Cereali integrali in primis, associati a verdure stagionali e biologiche. Proteine animali e grassi buoni (come specificato nella prima fase), specie d’inverno, perché riscaldano il corpo e permettono al sangue di circolare. Legumi, frutta secondo desiderio e condizione personale.

Nella quarta fase, del qi, ci si prepara all’arrivo del flusso mestruale: è consentita la cioccolata fondente poiché dona al nostro corpo magnesio e triptofano. E ancora cereali integrali, pesce, uova e verdura cotta, poiché il corpo ha bisogno di ammorbidirsi e ciò favorirà la possibilità di ridurre i dolori.

Il ciclo è l’emblema del nostro essere donne ed esprime la nostra potenziale capacità di lasciare andare, di accogliere, di creare e ricominciare più e più volte con un ritmo che regala profonda sicurezza.

Il sangue è la sostanza fondamentale per la donna: è infatti indispensabile per nutrire l’utero, sostenere la crescita del feto, in caso di gravidanza, permettere la produzione del latte materno.

Ritagliarci ogni giorno uno spazio per stare con noi stesse, per conoscersi, sviluppare consapevolezza e amarsi è la maniera migliore per ritrovare il proprio equilibrio interiore, per vivere serenamente il ciclo mestruale e per lasciar fluire la propria essenza senza ostacoli.

Questo e tanto altro all’iniziativa “Diventare donne”, sabato 12 gennaio a Roma, al Fleming Home!

 

 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *